martedì 24 aprile 2018

CARENZA VITAMINICA ALIMENTAZIONE CORRETTA

Carenza di verdure: 7 segnali per scoprirlo





Ecco come scoprire se si ha una carenza di verdure nell'organismo, dovuta a un'alimentazione errata e potenzialmente pericolosa per la salute


La carenza di una dieta ricca di ortaggi può seriamente compromettere la salute generale dell'organismo. Di seguito, i segnali del corpo per capire quando non si sta assumendo sufficienti principi nutritivi di origine vegetale.
Quando nei piatti manca il colore, è perché non ci sono abbastanza verdure, indispensabili in termini di vitamine e minerali essenziali. Quindi se pane, pasta e riso possono essere i cibi preferiti, bisognerebbe colorarli con un condimento ad hoc.


Consumare poca vitamina C può causare facilmente lividi, ma anche determinare gengive sanguinanti e guarigioni più lente. Se si hanno questi chiari segnali del corpo, bisogna assumere una maggior quantità di questa vitamina mangiando peperoni rossi, cavolo rosso, peperoncino, verdure a foglia verde, broccoli, cavoletti di Bruxelles e pomodori. Altro sintomo: ci si sente stanchi? Probabilmente si ha una carenza di folato, vitamina B che può essere trovata nelle verdure a foglia verde e in quelle amidacee come fagioli, lenticchie e asparagi.


Se si ha una carenza di verdure, e quindi di vitamine, è probabile che non si riesca a vincere il raffreddore tanto facilmente. Questi nutrienti infatti aiutano il corpo a dotarsi di quelle difese di cui ha bisogno per combattere i virus invernali. La mancanza di luteina, che si trova nelle verdure a foglia verde, nelle carote, nei broccoli, nel mais e nei pomodori, porta a una scarsa memoria. Chi dunque si rende conto di dimenticare troppo facilmente i propri impegni, dovrebbe aumentarne l'assunzione.


Lo stress è inevitabile nella vita, ma il modo in cui si mangia influisce direttamente sulla risposta del corpo a questo problema. Se i fattori stressanti della vita quotidiana sono sempre più difficili da gestire, il consiglio è quello di mettere sul piatto alimenti ricchi di composti antinfiammatori come il salmone e il tonno, ma anche le verdure a foglia verde e i peperoni dai colori brillanti.

Si è inclini a crampi muscolari
Frutta e verdura contengono potassio che aiuta a prevenirli, soprattutto durante la stagione estiva. Bene la banana, che ha in media 422 mg di potassio. Infine, un altro segnale del corpo che indica che non si stanno mangiando abbastanza verdure è il peso: se si tende a ingrassare perché si ha voglia di cibi grassi o di dolci, meglio provare a consumare frutta e verdure. Dotate di fibre, aiutano a sentirsi sazi e dunque a mangiare meno e meglio.


Nessun commento:

Posta un commento

INTEGRATORI ALIMENTARI NEOLIFE descrizione PREZZO AL PUBBLICO

QUELL’ELISIR DI LUNGA VITA CHIAMATO PESCE  UNA NUOVA RICERCA DIMOSTRA CHE IL CONSUMO RIDUCE IL RISCHIO DI MORTALITÀ DEL 40% - “ELEVATE QUA...